Los Santos: un’enorme e soleggiata metropoli piena di sedicenti guru, attricette e celebrità sul viale del tramonto. Un tempo era l’invidia del mondo occidentale, ma ora è costretta ad arrangiarsi per restare a galla in un’epoca di incertezza economica e TV via cavo da quattro soldi. In mezzo a tutto questo, tre criminali molto diversi tra loro si danno da fare per sopravvivere e realizzarsi, ognuno a modo suo:Franklin, un ex gangster di strada, è a caccia di soldi e di opportunità; Michael, un ex criminale professionista, sta facendo i conti con una “pensione” meno rosea del previsto e Trevor, un maniaco violento, pensa solo a farsi e al prossimo, grande colpo. I tre non hanno altra scelta: decidono di rischiare il tutto per tutto in una serie di colpi audaci e pericolosi che potrebbero sistemarli per la vita.

Grandtheftauto5

RECENSIONE:

Non si tratta del solito GTA. Qui non ci si ferma al rubare auto, sparare ai poliziotti e pestare prostitute (consiglio il libro "Wanted - La storia criminale di Grand Theft Auto" per approfondire la genesi del fenomeno videoludico più importante degli ultimi anni). Qui si tratta di vedersi passare davanti tutte le manie, i difetti, le assurde priorità e convinzioni della società moderna: la crisi di un capo famiglia davanti ai figli con valori sbagliati, la pazzia e la ribellione come unica risposta ad una società che ti vuole in un modo e solo in quello, la fede negli extra terrestri perchè forse sulla terra non è rimasto niente in cui sperare, la voglia di avere sempre più soldi e potere senza un perchè, senza un motivo. Consigliato a tutti quelli con una mente aperta, pronti magari a riconoscersi in qualche personaggio del gioco, stereotipato e preso in giro. Sconsigliato ai bigotti. Questo gioco ti fa riflettere, e oltre alle sparatorie (che passano in secondo piano) ci sono temi su cui bisognerebbe riflettere più spesso, anche senza joypad in mano

Prendi Ora la tua Copia

Grand Theft Auto Vultima modifica: 2014-09-15T20:19:19+02:00da lufor83
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation